30 ANNI DI AFaDOC

30 ANNI DI AFaDOC

Scegliere il logo per il trentennale di Afadoc non è stato affatto semplice per i componenti della giuria formata dai sei consiglieri e da una scrittrice, un art director e grafico pubblicitario, e un’ esperta di strategia di comunicazione.

Tutti i loghi sottoposti al loro giudizio in forma rigorosamente anonima avevano degli elementi molto interessanti: la crescita associativa in questi trent’anni di attività, l’aiuto che Afadoc fornisce ai bambini associati, la fiducia nel futuro sorretta proprio dal senso della comunità che si ritrova in Associazione.

Alla fine è stato scelto il logo che abbiamo il piacere di mostrarVi in assoluta anteprima!

La motivazione della scelta è legata soprattutto all’impatto grafico della composizione, al modo in cui i numeri risultano materici, tridimensionali e riescono a emergere dalla dimensione piatta del foglio (o del monitor). Alla giuria è piaciuta molto anche l’armonia con la quale il logo scelto si collegava a quello istituzionale di Afadoc.

Per tutti è stata una sorpresa scoprire che era stato progettato e disegnato da Thomas Minatel, giovanissimo socio di Afadoc. In effetti in tutte le edizioni del Camp estivo a cui ha partecipato si è sempre distinto nelle attività di disegno per la precisione del tratto, l’organizzazione dello spazio, l’armonia nella scelta degli elementi da inserire.

Ringraziamo tantissimo anche gli altri partecipanti per averci dedicato tempo, passione e progettualità.

E, adesso che abbiamo il nuovo logo, possiamo affrontare con entusiasmo il 2023, l’anno in cui Afadoc compirà trent’anni: un’associazione adulta che ha accumulato saggezza, senza perdere l’entusiasmo da piccola peste.