AFADOC VINCE IL PREMIO PER LA MIGLIORE CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE CATEGORIA NON PROFESSIONISTI GRAZIE AL PROGETTO BONSAI

AFADOC VINCE IL PREMIO PER LA MIGLIORE CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE CATEGORIA NON PROFESSIONISTI GRAZIE AL PROGETTO BONSAI

AFaDOC ha vinto il premio per la migliore campagna di comunicazione “Categoria non professionisti” con il “Progetto Bonsai” per l’efficace semplicità con cui viene trattato il nanismo ipofisario, trasmettendo un messaggio positivo e di supporto, applicabile a tutte le malattie che riguardano la crescita e la statura; per la capacità narrativa che genera emozioni; per la strategia comunicativa capace di tradursi in una divulgazione efficace e di qualità.

Il 2 dicembre a Roma presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, hanno ritirato il Premio Cinzia Sacchetti, Presidente di AFaDOC, e Denise Sarrecchia scrittrice e illustratrice di Bonsai.

Il paragone con i Bonsai calza a pennello ai nostri bambini.
Come i Bonsai sono alberi a tutti gli effetti, anche i nostri bambini sono bambini a tutti gli effetti, svolgono le stesse attività dei loro coetanei, vanno a scuola, praticano sport, ma restano sempre i più piccoli della classe, i più piccoli della squadra. E non sempre è corretto aspettare di vedere se e quando cresceranno da soli, spontaneeamente, con i loro tempi, come spesso suggeriscono i pediatri alle mamme; perché a volte dietro ad una bassa statura c’è una malattia rara, una sindrome importante, con dei sintomi particolari che vanno curati adeguatamente e nei tempi giusti.

Ogni anno a settembre AFaDOC promuove una campagna di comunicazione sui canali social per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della crescita regolare dei bambini e arrivare direttamente alle famiglie interessate.
Il nostro obiettivo – dice la Presidente – è quello di aiutare questi bambini e bambine a crescere come persona, a diventare adulti unici e consapevoli, dei loro limiti ma anche delle loro potenzialità, che sono tante, perché come diciamo sempre in associazione “l’importante non è essere alti ma essere all’altezza”.

 

Scarica il comunicato stampa