SAI COS’È L’INSUFFICIENZA RENALE CRONICA?

Il rene è l’organo deputato all’eliminazione di prodotti del metabolismo, che tendono ad accumularsi nell’organismo, e regola il volume e la composizione dei liquidi corporei.

Possiede inoltre la capacità di produrre alcuni ormoni (eritropoietina, renina) ed è coinvolto nell’attivazione della vitamina D, fondamentale per un’adeguata deposizione di calcio e fosforo nelle ossa.
L’IRC è definita come “una grave e persistente riduzione della funzionalità renale” che non consente una completa depurazione dell’organismo, con il conseguente accumulo dei prodotti di scarto del metabolismo, uno squilibrio dei fluidi corporei e la compromissione della secrezione ormonale.

In età pediatrica l’IRC si manifesta con una prevalenza di circa 100 bambini per milione di bambini.

Le cause di IRC nei piccoli pazienti sono soprattutto di natura congenita, cioè già presenti alla nascita, ma possono manifestarsi anche nella seconda infanzia.

Tra le forme congenite:

  • le uropatie malformative (48% del totale dei bambini con IRC), ovvero malformazioni delle vie escretrici urinarie, come le valvole dell’uretra posteriore o anomali impianti dell’uretere in vescica;
  • le ipodisplasie renali bilaterali (18%), cioè la presenza di 2 reni piccoli, malformati o malfunzionanti;
  • le malattie cistiche e le nefropatie ereditarie (10% circa).

Tra le cause secondarie (ad insorgenza tardiva):

  • le glomerulonefriti croniche (6% del totale), cioè malattie del rene provocate da fattori immunologici, agenti tossici, farmaci ed agenti infettivi;
  • la necrosi corticale (4%), che può far seguito a infezioni, grave disidratazione o shock;
  • la sindrome emolitico-uremica (4%), che nei bambini si manifesta soprattutto dopo gastro-enteriti batteriche.

Segni e sintomi che possono far sospettare nel bambino la compromissione della funzionalità del rene sono la presenza contemporanea di molti di questi sintomi: uno scarso accrescimento, una febbre di origine sconosciuta, un bruciore nell’urinare, il pallore, una stanchezza persistente, la perdita di appetito, nausea e vomito frequenti e non spiegabili, occhi, volto, gambe e caviglie gonfi; un prurito persistente e non collegato a malattie della pelle.

In età pediatrica, l’IRC comporta quasi sempre gravi disturbi dell’accrescimento.
A seconda del grado di compromissione della funzione renale si manifestano basso peso e bassa statura o altri disturbi del metabolismo osseo. Il trattamento dell’IRC è complesso e si avvale di trattamenti farmacologici, chirurgici, di tecniche di dialisi e di adeguati apporti nutrizionali. In fasi avanzate il trattamento definitivo è il trapianto di rene, che comporta tuttavia un intervento farmacologico antirigetto prolungato. Questi interventi hanno migliorato, ma non risolto del tutto, il problema della scarsa crescita nel bambino, e per questo motivo è stato approvato l’uso del GH anche nell’IRC (vedi nota 39 allegata).

Il trattamento ormonale è infatti efficace nell’aumentare la velocità di crescita, promuovendo un recupero staturale che si mantiene nel tempo.
La terapia viene iniziata a prescindere dallo stadio di insufficienza renale cronica, tanto nella fase di dialisi quanto nel post-trapianto, e viene generalmente continuata fino alla fine della crescita o finché il trattamento mantiene la sua efficacia.

 

 


SOSTENERE A.Fa.D.O.C.
I modi in cui puoi aiutare A.Fa.D.O.C. e sostenere i nostri progetti sono davvero molti.
Puoi diventare socio, donare il 5 x 1000, acquistare i nostri gadgets, fare una donazione, una partnership aziendale, volontariato, ecc...
Non ti resta che cliccare e scegliere quello più adatto a te >
CHI SIAMO
L’Associazione Famiglie di Soggetti con Deficit dell’Ormone della Crescita ed altre Patologie Rare,da cui l’acronimo A.Fa.D.O.C., è nata il 26 ottobre 1993...

Scopri chi siamo e leggi la nostra storia >


PATOLOGIE DI RIFERIMENTO
A.Fa.D.O.C. segue più patologie, tutte collegate in qualche misura alla terapia con GH (ormone della crescita), almeno in età pediatrica ad esclusione delle sindromi di Ehlers-Danlos che vengono trattate nella sezione dedicata.

Approfondisci>

CENTRI PRESCRITTORI
Entra e viualizza la lista dei centri prescrittori divisi per regione
Approfondisci>








Iscriviti alla newsletter AFaDOCNews