FAQ

Ecco la lista di alcune domande frequenti:

Domanda?Che cosa succede nei soggetti affetti da bassa statura e ai loro familiari che hanno l’impressione di aver messo “sul mercato” della vita “un prodotto” in qualche misura non perfetto, secondo i canoni astratti della norma? Quali soluzioni mediche e psicologiche si possono ricercare sia a livello preventivo che terapeutico?
Risposta.

Per cercare di rispondere a queste due domande dobbiamo prendere in considerazione innanzitutto alcune affermazioni, alcuni concetti che potremmo riassumere nelle seguenti due frasi:

…”in principio, all’origine vi è il corpo”…

…”ogni corpo racconta lo sua storia”…

Cioè ogni corpo è l’espressione di ciò che sarà la realizzazione di quell’individuo in tutto e per tutto.

La percezione del proprio corpo risulta infatti essere un fattore decisamente importante per realizzare l’identità personale.
E’ come il proprio corpo viene vissuto dall’individuo e soprattutto come viene valutato dagli altri che permette la realizzazione più o meno positiva dell’identità personale del soggetto.
Fin da piccoli, infatti, non facciamo che imparare, dalle favole che ci vengono raccontate dai ns. genitori, che l’aspetto esteriore, la bellezza, la configurazione esterna della persona, la sua forza fisica hanno valore e notevole importanza. Queste sono cose importanti al punto tale che condizionano la stima, la fiducia delle persone che ci sono attorno e che possono condizionare tutte le scelte della nostra vita compreso il matrimonio.
Possiamo constatare tutto questo andando a rivedere le favole, ad es. la storia di Cenerentola:
Cenerentola che è bella, carina, fa lavori umili, sposa il principe, mentre le sorelle che sono brutte, che sono cattive ovviamente rimangono zitelle.
Gli orchi sono tutti brutti, cattivi, mentre i principi sono tutti belli, aitanti, con gli occhi azzurri, ecc.
Queste favole noi le abbiamo sentite dai ns. genitori. e le abbiamo riproposte ai ns. figli, perpetrando questo tipo di concetto, questo tipo di vissuto dell’aspetto esteriore della persona.

Anche le dimensioni dell’individuo influiscono sull’impressione che esso può dare agli altri. L’alta statura è infatti un segnale di forza, di dominio, di potenza; anche nei film se c’è un principe o un re che viene rappresentato è sempre seduto su uno scranno molto elevato, sempre al di sopra di tutti gli astanti.
L’alta statura, sia fisica che realizzata con questi mezzi, è sempre sinonimo di dominanza, di potenza muscolare, di forza, di capacità maggiore del soggetto nel raggiungimento di obiettivi.
Un individuo di sesso maschile, alto, muscoloso, con barba e baffi sicuramente ha anche una buona maturazione sessuale e questi aspetti avranno degli influssi positivi anche sulla sua realizzazione sociale ed economica.
Ad es. i Presidenti degli Stati Uniti erano quasi tutti alti; nelle votazioni in America hanno vinto quasi sempre i candidati più alti. Questo depone a favore del fatto che l’altezza influenza la decisione politica delle persone o che le persone più alte hanno una possibile carriera politica migliore.

Per contrapposizione la bassa statura è un segnale di sottomissione.
Per esprimere la sottomissione infatti ci si inchina di fronte alla persona che si vuole magnificare, celebrare come più potente.
Il soggetto di bassa statura è anche espressione di debolezza, di immaturità e quel1o che è importante ha anche una ridotta capacità sociale ed economica.

Ritornando a!l’esempio americano, gli studenti americani dicono che gli insegnanti più alti sono quelli che insegnano meglio, che hanno più capacità.

La bassa statura provoca una riduzione del concetto della propria personalità.
Secondo Tanner, che ha svolto una ricerca al riguardo, i bambini di bassa statura avrebbero una ridotta resa scolastica, presentano problemi specifici di apprendimento, una scarsa capacità di concentrazione, disturbi comportamentali, che sono anche dovuti ad una scarsa autostima.
Però un ruolo importante nel provocare, ne11’esagerare questa riduzione della propria stima viene anche dal comportamento dell’ambiente.
I genitori, protettivi di natura, per il problema reale che il bambino può avere e per come loro stessi vivono il proprio figlio, diventano iperprotettivi.
Ma non solo. Gli adulti in genere, gli insegnanti a scuola, sono portati ad essere più “comprensivi” verso un bambino di bassa statura che può avere delle difficoltà nel realizzare alcuni compiti, alcune lezioni e così via.
Attorno al bambino piccolo di statura quindi c’è un po’questo ambiente che non fa altro che peggiorare quella che è o può essere la sua visione di se stesso.

Prof. Franco Rigon
(da Atti Convegni 1999 “Seguire ed aiutare a crescere il bambino di bassa statura”)


SOSTENERE A.Fa.D.O.C.
I modi in cui puoi aiutare A.Fa.D.O.C. e sostenere i nostri progetti sono davvero molti.
Puoi diventare socio, donare il 5 x 1000, acquistare i nostri gadgets, fare una donazione, una partnership aziendale, volontariato, ecc...
Non ti resta che cliccare e scegliere quello più adatto a te >
CHI SIAMO
L’Associazione Famiglie di Soggetti con Deficit dell’Ormone della Crescita ed altre Patologie,da cui l’acronimo A.Fa.D.O.C., è nata il 26 ottobre 1993...

Scopri chi siamo e leggi la nostra storia >


PATOLOGIE DI RIFERIMENTO
A.Fa.D.O.C. segue più patologie, tutte collegate in qualche misura alla terapia con GH (ormone della crescita), almeno in età pediatrica ad esclusione delle sindromi di Ehlers-Danlos che vengono trattate nella sezione dedicata.

Approfondisci>

CENTRI PRESCRITTORI
Entra e viualizza la lista dei centri prescrittori divisi per regione
Approfondisci>








Iscriviti alla newsletter AFaDOCNews