NUOVI LEA

Sbarcano finalmente in Gazzetta i nuovi Lea. Moltissime le novità per una spesa aggiuntiva del Ssn finanziata con 800 milioni di euro vincolati.

Il provvedimento interviene su quattro fronti:
1. definisce attività, servizi e prestazioni garantite ai cittadini dal Ssn;
2. descrive con maggiore dettaglio e precisione prestazioni e attività oggi già incluse nei Lea;
3. ridefinisce e aggiorna gli elenchi delle malattie rare e delle malattie croniche e invalidanti che danno diritto all’esenzione;
4. innova i nomenclatori della specialistica ambulatoriale e dell’assistenza protesica.

Revisione dell’elenco delle malattie rare

Il provvedimento prevede un consistente ampliamento dell’elenco delle malattie rare, realizzato mediante l’inserimento di più di 110 nuove entità tra singole malattie rare e gruppi di malattie Ad esempio, sono inserite nell’elenco: la sarcoidiosi; la sclerosi sistemica progressiva; la miastenia grave. Da notare come le prestazioni concernenti le malattie rare sono erogate in regime di esenzione.
Nell’elenco delle malattie delle ghiandole endocrine  compare:

RC0021 DEFICIT CONGENITO ISOLATO DI GH

Il NANISMO IPOFISARIO rimane nell’elenco MALATTIE CRONICHE

Nell’elenco delle prestazioni in esenzione per il nanismo ipofisario finalmente è stato inserito l’esame:
INSULIN GROWTH FACTOR [IGF-1 o SOMATOMEDINA C ]

Vengono spostate tra le malattie croniche alcune patologie già esenti come malattie rare, quali: malattia celiaca, sindrome di Down, s. Klinefelter, connettiviti indifferenziate.
Con i nuovi Lea viene istituita anche la Commissione nazionale Lea che avrà il compito ogni anno di aggiornare (aggiungere o togliere) la lista dei livelli essenziali.

Per saperne di più

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 12 gennaio 2017
Definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza,  di cui all’articolo 1, comma 7,  del  decreto  legislativo  30  dicembre 1992, n. 502. (17A02015)
(GU n.65 del 18-3-2017 – Suppl. Ordinario n. 15)
Scarica l’allegato >